home




A Chivasso l’Anpi in piazza
contro CasaPound




Chivasso, mercoledì 3 ottobre 2018 L’Anpi di Chivasso con in testa il presidente Vinicio Milani, è scesa in piazza per bloccare la manifestazione organizzata da CasaPound in piazza Garibaldi.

Insieme all'Associazione partigiani una rappresentanza dell’amministrazione comunale con il Sindaco, l’assessora regionale Gianna Pentenero e l’ex sindaco di Chivasso, Libero Ciuffreda protagonista di un lungo intervento: «Siamo contro i violenti. Siamo contro quei signori che si rifanno alle leggi naziaste e fasciste». E poi : «Andate via della nostra città. Non appartenete alla nostro cultura» e cita Don Dublino: «Questo prete accoglieva gli ebrei quando voi volevate brucarli. Vergognatevi».


"Con la vicenda Diciotti
si è superato ogni limite"

23 Agosto 2018

Con la vicenda della Diciotti si è superato ogni limite! Il comportamento del Governo non solo è deplorevole ma irresponsabile. Non si può accettare che delle istituzioni continuino ad avere un atteggiamento superficiale e disumano nei confronti dei più deboli.

L'ostinazione a non far attraccare una nave della Guardia Costiera, prima, per poi non far sbarcare le persone sulla Diciotti è una palese violazione del codice penale oltre che della Carta costituzionale.

Riteniamo l'inchiesta aperta dalla procura di Agrigento, che ipotizza anche il reato di sequestro di persona, un messaggio chiaro: la politica sarà pure legittimata a prendere decisioni e assumere provvedimenti, ma non può contravvenire a quanto previsto nella nostra Costituzione.

Per fortuna osserviamo una differenza di comportamento fra la Guardia costiera e il governo. Chi per vocazione è portato a salvare vite umane, nello spirito del proprio mandato, può e deve dare lezioni a chi ha perso la bussola su ciò che sia giusto e lecito.

In queste ore siamo in presidio a Catania e continueremo a mobilitarci per difendere la democrazia, la libertà e i diritti umani
.

Documento congiunto
ANPI, ARCI, ARTICOLO 21, CGIL, LEGAMBIENTE, LIBERA








continua nella pagina delle newsletter



FASCISTI e ANTIFASCISTI
Non si possono equiparare


Vinicio Milani